Sprint 9 Personal

Mappe Mentali

Sai che le neuroscienze hanno certificato che ognuno di noi ricorda solo il 10% di quello che pensa di apprendere? Il sovraccarico di informazioni sta diventando la maggiore fonte di stress per il nostro cervello, portandoci grosse difficoltà nella comprensione, nell’assimilazione di nuove capacità e nel generare nuove idee e nuove soluzioni. Parallelamente il Word Economic Forum, nel suo monitoring sulle competenze essenziali nel mondo del lavoro per mantenere presenza e competitività, mette ai primi 3 posti della classifica 2020 tutte capacità di tipo cognitivo:

 

  1. Problem solving

  2. Pensiero strategico 

  3. Creatività

 Come fare quindi ad utilizzare al massimo i nostri processi mentali senza sovraccaricarli ulteriormente di metodi, cose da studiare, esercizi che richiedono altra energia e altro tempo? In modo semplice ed innovativo. Usando lo stesso linguaggio con cui la nostra mente elabora i pensieri: la mappa mentale. Il linguaggio nativo del nostro cervello non è la lingua parlata, ma un insieme di immagini connesse tra loro a cui per comunicare con l’esterno associamo parole in chiave di significato. Ecco allora che un linguaggio sintetico e intuitivo, come quello delle Mappe Mentali (secondo il metodo inventato da Tony Buzan, mio maestro diretto) ci aiuta semplicemente, con foglio e matita, a mettere in ordine i nostri pensieri. Trovare nuove soluzioni a vecchi problemi, pianificare con quella visione dall’alto strettamente necessaria all’imprenditore, comunicare in modo chiaro ed efficace, diventano strumenti essenziali per lo sviluppo futuro. Sintesi, chiarezza e coinvolgimento sono le chiavi per guidare i propri business nell’era della massima richiesta di intelligenza, umana.

 

Preparate foglio e colori, vi aspetto.

Giulia Comba